Orchestra Weddings | 6 consigli su come scegliere il fotografo giusto per una cerimonia LGBT
26701
post-template-default,single,single-post,postid-26701,single-format-standard,qode-social-login-1.0,qode-restaurant-1.0,ajax_fade,page_not_loaded,,select-theme-ver-4.5,wpb-js-composer js-comp-ver-5.2,vc_responsive

6 consigli su come scegliere il fotografo giusto per una cerimonia LGBT

gay_wedding_photographerScegliere un fotografo per una cerimonia LGBT potrebbe sembrare una cosa scontata, ma come per la scelta di tutti gli altri fornitori, è necessario riservare un’attenzione maggiore verso ciò che (ancora per i più) rappresenta un evento fuori dai canoni tradizionali. Ecco sei consigli che possono guidarvi nella scelta di un fotografo per una cerimonia same-sex:


    1. innanzitutto, e questa può sembrare una cosa scontata, deve piacervi il suo lavoro lavoro. Là fuori c’è un numero pressoché infinito di fotografi di matrimoni ma voi dovete trovare quello giusto. Quello che saprà rappresentare il vostro matrimonio esattamente come voi lo vedete. Spulciate tra i lavori all’attivo, siate instancabili in questo e alla fine operate una cernita stringente, in modo da ritrovarvi con una selezione molto ridotta di “candidati”.

 

    1. cercate di capire quanti matrimoni ha all’attivo e se tra questi ce ne sono alcuni same sex, se non volete che il vostro matrimonio venga usato come campo di prova.

 

    1. non risparmiate sul fotografo. Tra le diverse voci che possono essere riviste per ridimensionare il budget non mettete il fotografo. Un piccolo sconto può andare bene ma attenzione a chi offre il proprio lavoro ad un prezzo stracciato. Dopotutto, quando tutti saranno tornati a casa, ciò che rimarrà per sempre sarà il risultato del suo lavoro.

 

    1. deve sentirsi a suo agio nel lavorare con una coppia dello stesso sesso. Anche se per lui è la prima volta, assicuratevi che sia disinvolto verso la vostra unione, al di là delle capacità tecniche, se si sente a disagio davanti ad un bacio o un abbraccio gay, semplicemente non è adatto per il lavoro. 

 

    1. deve saper leggere attentamente e saper rappresentare in modo creativo le vostre dinamiche di coppia. I ruoli di genere cambiano nelle unioni same-sex e di conseguenza cambia il modo in cui vengono rappresentate. Un buon fotografo per un matrimonio gay deve possedere, ancor più che per un matrimonio tradizionale, una grande sensibilità verso quelle che sono le dinamiche familiari, che vanno maneggiate con cura ed empatia.

 

    1. deve esserci sintonia a livello personale. Questo punto è fondamentale, e ogni buon fotografo di matrimoni può sottoscriverlo. Potete ammirare il suo lavoro ma se non c’è empatia tra di voi, difficilmente dal suo lavoro ne verrà fuori il meglio.

 

No Comments

Post a Comment