Orchestra Weddings | Addio al celibato/nubilato – festa insieme o separati?
26658
post-template-default,single,single-post,postid-26658,single-format-standard,qode-social-login-1.0,qode-restaurant-1.0,ajax_fade,page_not_loaded,,select-theme-ver-4.5,wpb-js-composer js-comp-ver-5.2,vc_responsive

Addio al celibato/nubilato – festa insieme o separati?

addio_nubilato_matrimonio_gay

Ora che le unioni civili sono una realtà anche in Italia, diverse questioni di etichetta si presentano sul modo “giusto” in cui pianificare le celebrazioni. Alcune delle domande più frequenti che le coppie dello stesso sesso si pongono riguardano la pianificazione dell’addio al celibato.

Se a festeggiare è una coppia gay, dobbiamo invitare anche gli amici dell’altro sesso?

L’addio al celibato/nubilato è una tradizione tipicamente etero, ma anche un’occasione per festeggiare la propria unione in modo più informale e in compagnia degli amici intimi. Ogni occasione è buona per una festa, dopotutto.

Anche in questo caso non c’è una regola e ognuno coppia deve prendere la decisione che più si avvicina alla sensibilità e alle esigenze della coppia.

Alcuni preferiscono festeggiare in un unico party, soprattutto nel caso in cui gli sposi o le spose abbiano in comune la stessa cerchia di amici: sarebbe poco agevole “costringere” le stesse persone al doppio festeggiamento o dover scegliere solo alcuni tra gli amici. Se invece gli amici non sono gli stessi, è meglio preferire due feste separate così da potersi sentire pienamente a proprio agio tra persone che vi conoscono davvero.

Ma non essendoci regole, nulla ci vieta di fare una grande festa tutti assieme e successivamente organizzare due party divisi. Dipende da molti fattori: la disponibilità economica, la sensibilità di ciascuno (non tutti si sentono a proprio agio all’idea di un addio al celibato/nubilato) e dipende anche da che significato si dà a questo tipo di festa. Presagite un’unione matrimoniale fatta di limitazioni e avete bisogno di una botta di vita finale prima del grande passo? O vi sentite già a vostro agio nella situazione attuale e il grande passo non costituirà per voi un grande cambiamento di routine? In sostanza dipende tutto da che tipo di coppia siete.

Mettiamo che la coppia in questione sia insieme già da parecchio tempo e che abbia un legame piuttosto libero, oppure che conduciate una vita riservata e che l’addio al celibato non faccia proprio per voi, o che non possiate permettervi affatto un addio al celibato o…

Il bello di essere parte di una comunità come quella LGBT agli albori dell’affermazione dei propri diritti civili è anche quello di avere l’opportunità di poter scrivere le regole. Quindi prendete carta e penna e… scrivete!

 

 

No Comments

Post a Comment